contatore

Benvenuti nello studio Frezza


Lo studio propone una vasta gamma di servizi professionali realizzati da professionisti e collaboratori altamente esperti in materia fiscale e amministrativa, rivolti alla consulenza dei servizi alle imprese ed ai professionisti. Crediamo nel costante aggiornamento di metodi e conoscenze e nell'attenzione ai bisogni del cliente.

 

Ogni consulenza è personalizzata tenendo conto delle priorità e delle necessità di ogni cliente e questo, unito al costante aggiornamento professionale e alla voglia ed impegno dei nostri professionisti, garantisce risultati certi.

 

Lo studio vanta una specializzazione nella consulenza a gruppi societari facenti parte della  GDO (grande distribuzione organizzata) su tutto il territorio nazionale.

 

La nostra Mission:  il nostro impegno e la  nostra passione dando valore ai bisogni e alle necessità di ogni singolo cliente, garantendo risultati e gestioni efficaci.

Contattateci, oppure inoltrate la vostra richiesta al nostro indirizzo e-mail, saremo lieti di rispondervi.


I SERVIZI OFFERTI DALLO STUDIO

 

Dichiarazione dei redditi

  • Assistenza alla compilazione del modello Unico (Persone Fisiche, Società di Persone, Società di capitali)
  • Assistenza alla compilazione del modello 730
  • Consulenza ed assistenza in caso di ricevimento di: comunicazioni, avvisi di liquidazione e cartelle di pagamento 

 

Partite IVA – Contribuenti Minimi

  • Assistenza e Consulenza aperture nuove attività

 

Consulenza Aziendale e Societaria

 

Successioni

  • Assistenza alla compilazione della Dichiarazione di Successione e della Domanda di Voltura catastale
  • Servizio di presentazione presso gli sportelli dell’Agenzia delle Entrate
  • Servizio di voltura catastale della Dichiarazione di Successione presso l’Agenzia del Territorio
  • Visure Catastali

 

IMU – TASI sugli Immobili

  • Calcolo e predisposizione del Mod. F24 per il pagamento dell’imposta
  • Assistenza alla compilazione della Dichiarazione IMU
  • Consulenza ed assistenza in caso di ricevimento di comunicazioni e avvisi di liquidazione

 

Richiesta Detrazioni Fiscali

  • Assistenza alla compilazione della richiesta Detrazioni Fiscali per familiari a carico

 

Consulenza del Lavoro

 

 

 

Benvenuti nello studio Frezza - Studio  Frezza

APPROFONDIMENTO FISCALE DEL MESE

APPROFONDIMENTO FISCALE DEL MESE - Studio  Frezza

L’ESTENSIONE DEL REVERSE CHARGE A CONSOLE DA GIOCO, TABLET PC, LAPTOP E ALLE SOCIETA’ CONSORZIATE

 

 

In attuazione della delega contenuta nella Legge di delegazione europea 2013 il Governo ha approvato un Decreto finalizzato al recepimento di due specifiche Direttive comunitarie in materia di IVA. Con l’intento di reagire alle frodi IVA è prevista l’estensione del reverse charge alle cessioni di console da gioco, tablet PC e laptop.

L’operatività delle nuove disposizioni ha natura temporanea in quanto il reverse charge è applicabile dal 02/05/2016 al 31/12/2018.

Merita evidenziare che nell’ambito della Finanziaria 2016 il reverse charge è stato esteso alle prestazioni rese dalle imprese consorziate nei confronti del consorzio aggiudicatario di una commessa pubblica soggetta a split payment.

 

LA NUOVA DENOMINAZIONE DELL’ART. 17, DPR 633/1972

Innanzitutto l’art. 1, comma 1, lett. a) del Decreto in esame provvede a rinominare la rubrica dell’ art. 17 da “Soggetti passivi” a “Debitori d’imposta”.

Come evidenziato dalla Relazione illustrativa del Decreto, la nuova denominazione è collegata al fatto che la disciplina contenuta nell’articolo 17 è volta ad individuare più precisamente il soggetto passivo in capo al quale sorge il debito d’imposta.

 

LA NUOVA FATTISPECIE DI APPLICAZIONE DEL REVERSE CHARGE

In particolare al comma 6 del citato art. 17 sono apportate le seguenti modifiche:

 

  • alla lett. b) è soppresso il riferimento ai “loro componenti accessori”. Il reverse charge è quindi limitato alle cessioni di telefoni cellulari soggetti alla tassa CC.GG. ex art. 21 della Tariffa, DPR 641/1972 (Euro 5,16 per utenze residenziali ed Euro 12,91 per utenze d’affari entrambe dovute mensilmente).

L’applicazione del reverse charge alla fattispecie in esame interessa le sole cessioni effettuate nella fase distributiva che precede il commercio al dettaglio;

  • la lett. c) relativa alle cessioni di personal computer e dei loro componenti accessori è sostituita con cessioni di console da gioco, tablet PC e laptop, nonché alle cessioni di dispositivi a circuito integrato, quali microprocessori e unità centrali di elaborazione, effettuate prima della loro installazione in prodotti destinati al consumatore finale.

La previsione della nuova lett. c) limitatamente alle cessioni di dispositivi a circuito integrato, quali microprocessori e unità centrali di elaborazione, prima della loro installazione in prodotti destinati al consumatore finale è già operativa dal 01/04/2011.

L’Agenzia delle Entrate deve ancora chiarire l’ambito oggettivo (individuazione puntuale dei beni) e soggettivo (il reverse charge è applicabile alla fase distributiva fino al commercio al dettaglio?) relativamente alla nuova fattispecie di reverse charge;

  • sono soppresse le lett. d) e d-quinquies). Di conseguenza il reverse charge non trova applicazione alle cessioni di materiali e prodotti lapidei, direttamente provenienti da cave e miniere e alle cessioni di beni effettuate nei confronti della grande distribuzione (ipermercati, supermercati e discount alimentari).

Le due fattispecie non sono mai entrate in vigore per la mancata autorizzazione della misura speciale di deroga da parte della Commissione UE.

 

L’ULTERIORE NUOVA FATTISPECIE DI APPLIOCAZIONE DEL REVERSE CHARGE

Nell’ambito della Finanziaria 2016 il comma 128 ha introdotto al comma 6 dell’art. 17, DPR 633/1972, la nuova lett. a-quater) che estende il reverse charge anche alle prestazioni di servizi rese dalle imprese consorziate nei confronti del consorzio aggiudicatario di una commessa con un Ente pubblico al quale il consorzio fattura con applicazione dello split payment ex art. 17-ter, DPR 633/1972.

Il rapporto imprese consorziate-consorzio affidatario di una commessa pubblica può essere così schematizzato:

ci sono tre imprese consorziate (A, B, C) che emettono fattura (imponibile + IVA) nei confronti del consorzio per le prestazioni da esse rese. Il consorzio emette fattura (split payment) nei confronti dell’Ente pubblico che gli ha affidato la commessa.

In tale situazione il consorzio accumula un credito IVA nei confronti dell’Erario.

Con l’entrata in vigore dell’operatività della nuova previsione legislativa il predetto rapporto è così definito:

le tre imprese consorziate (A, B, C)  emettono fattura (reverse charge) nei confronti del consorzio per le prestazioni da esse rese. Il consorzio emette fattura (split payment) nei confronti dell’Ente pubblico che gli ha affidato la commessa.

In questo modo il consorzio avrà una posizione neutra nei confronti dell’Erario, mentre saranno le imprese consorziate ad accumulare un credito IVA verso l’Erario.

 

TABELLA RIEPILOGATIVA

 

Operazione soggetta a reverse charge ex art. 17, comma 6, DPR 633/1972

Decorrenza

Fino al

a)

Prestazioni di servizi diversi da quelli di cui alla lett. a-ter), compresa la prestazione di manodopera, rese nel settore edile da soggetti subappaltatori nei confronti delle imprese che svolgono l’attività di costruzione o ristrutturazione di immobili ovvero nei confronti dell’appaltatore principale o di un altro subappaltatore

01/01/2007

 

a-bis)

Cessioni di fabbricati o di porzioni di fabbricato di cui ai nn. 8-bis) e 8-ter) dell’art. 10 per le quali nel relativo atto il cedente abbia espressamente manifestato l’opzione per l’imposizione

26/06/2012

 

a-ter)

Prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici

01/01/2015

 

a-quater)

Prestazioni di servizi rese dalle imprese consorziate nei confronti del consorzio aggiudicatario di una commessa con un Ente pubblico al quale il consorzio applica l’IVA con lo split payment

Autorizzazione UE

 

b)

Cessioni di apparecchiature terminali per il servizio pubblico radiomobile terrestre di comunicazioni soggette alla tassa CC.GG. ex art. 21 della Tariffa, DPR 641/1972

01/04/2011

31/12/2018

c)

Cessioni di microprocessori e unità centrali di elaborazione prima della loro installazione in prodotti destinati al consumatore finale

 

01/04/2011

31/12/2018

Cessioni di console da gioco, tablet PC e laptop

02/05/2016

d)

Cessioni di materiali e prodotti lapidei, direttamente provenienti da cave e miniere

Mancata autorizzazione UE

d-bis)

Trasferimenti di quote di emissioni di gas a effetto serra ex art. 3, Direttiva n. 2003/87/CE, trasferibili ex art. 12, Direttiva n. 2003/87/CE

01/01/2015

31/12/2018

d-ter)

Trasferimenti di altre unità che possano essere utilizzate dai gestori per conformarsi alla Direttiva n. 2003/87/CE  e di certificati relativi al gas e all’energia elettrica

01/01/2015

31/12/2018

d-quater)

Cessioni di gas e di energia elettrica a un soggetto passivo-rivenditore ai sensi dell’art. 7-bis, comma 3, lett. a)

01/01/2015

31/12/2018

d-quinquies)

Cessioni di beni effettuate nei confronti di ipermercati, supermercati e discount alimentari

Mancata autorizzazione UE

 

 

 

 

 

Dott.ssa Pamela Frezza

Mestre, 7 Aprile 2016

 - Studio  Frezza

Dott.ssa Fabiola Frezza Consulente Aziendale

 - Studio  Frezza

Dott.ssa Caterina Zago Consulente del Lavoro

 

 

 

 

 

 












COPYRIGHT
I contenuti pubblicati su frezzaantonelloconsulting.it, dove non diversamente ed esplicitamente indicato, sono protetti dalla normativa vigente in materia di tutela del diritto d’autore, legge n. 633/1941 e successive modifiche ed integrazioni.

I  files e documenti presenti in frezzaantonelloconsulting.it contengono informazioni ad esclusivo scopo informativo, frutto di studi ed operatività degli autori.

Collaboratori dello Studio

 

Aggiornamento e Formazione

 

Editoriale

 

News Fiscali Ultimo Minuto

 

In Primo Piano

VERIFICA PARTITA IVA

Nel sito dell'Agenzia delle Entrate è disponibile un nuovo servizio di verifica della Partita IVA. Clicca sull'immagine sottostante per accedere...

Approfondimenti 2016/2015

 

Approfondimenti 2014

 

Approfondimenti 2013

 

Approfondimenti 2012

 

Elenco Argomenti Trattati

 
[an error occurred while processing this directive]